Come aprire e come chiudere un conto corrente

In questa pagina evidenzieremo le procedure per aprire e chiudere un conto corrente in modo corretto. Intanto si premette che in fase di apertura occorre sottoscrivere il contratto ed identificarsi, ciò può essere fatto anche completamente online. Per quanto riguarda la chiusura, questa può essere fatta recandosi in filiale, mediante posta RAR, mediante PEC, oppure mediante portabilità da altro conto corrente.

Aprire un conto corrente

Perchè dovresti cambiare banca ovvero aprire un nuovo conto corrente, in sostituzione oppure in abbinamento a quello esistente? Ad esempio perchè quello vecchio è più oneroso per la tua operatività. Oppure per dedicarlo alla tua attività professionale e più in generale alla tua partiva iva. Oppure ancora per tutelarti con il fondo per la tutela dei depositi, distribuendo su conti di diverse banche il tuo eventuale patrimonio oltre la soglia di garanzia, 100mila euro.

Chi può intanto aprire un conto corrente? Chiunque soggetto residente in Italia e maggiorenne. Per aprire poi un conto corrente è necessario 1) stipulare il relativo contratto, 2) identificarsi. Tali operazioni possono essere fatte in filiale oppure anche online.

In quest'ultimo caso è necessario collegarsi al sito web della banca proponente compilando il modulo di apertura con la propria anagrafica. In questa fase è necessario tenere a portata di mano un documento di identità, il codice fiscale, ed aventualmente, se già in possesso di altro conto corrente, del relativo codice IBAN. Al termine della procedura di compilazione del modulo, verrà generato il contratto in formato pdf con i propri dati precedentemente inseriti. A questo punto possiamo optare per la procedura tradizionale oppure digitale.

Apertura in digitale

La procedura di apertura digitale è quella più recente, si realizza in maniera paperless - 100% online, realizzando firme elettroniche mediante rilascio di password temporanee (OTP) a mezzo del proprio cellulare e/o della propria casella email. L'indentificazione del cliente può avvenire mediante webcam, oppure mediante selfie con i propri documenti, oppure con il classico bonifico da altro conto corrente di cui eventualmente si è titolari. Utilizzando questa modalità sempre più diffusa non si stampa ne si spedisce alcunchè.

Apertura tradizionale

La procedura tradizionale prevede invece la stampa del documento generato, la firma in calce negli spazi appositi, e la spedizione insieme alla fotocopia del documento di identità e del codice fiscale, preferibilmente a mezzo posta raccomandata all'indirizzo evidenziato. L'identificazione si realizza con l'emissione di un bonifico dal vecchio conto al nuovo conto, di importo arbitrario, se non diversamente specificato. Qualora non si risulti titolare di un conto corrente l'identificazione può essere eseguita presentandosi nella filiale di riferimento oppure se previsto con modalità alternative (es. appuntamento in webcam).

Completata la richiesta di apertura del conto corrente e messa in atto l'indentificazione, è compito della banca completare il processo di attivazione del conto, al termine del quale sono inviati, con canali differenti quali sms, email e posta, tutti i codici necessari per operare sul conto, oltre alle carte richieste in fase di apertura, come il bancomat.

Chiudere un conto corrente

Hai trovato un conto corrente più conveniente di quello attuale ? Allora potresti essere interessato alla chiusura del vecchio conto corrente. L'operazione si realizza comunicando alla banca la volontà di estinzione mediante comunicazione in carta semplice, senza necessità di indicarne le motivazioni, da inviare a mezzo lettera in posta raccomandata, oppure da consegnare allo sportello. Nella comunicazione occorre indicare gli estremi del nuovo conto corrente presso il quale sarà accreditato l'eventuale saldo residuo. Saranno altresì allegati gli strumenti di pagamento, come carte e assegni, debitamente invalidati. Potresti a riguardo prelevare un esempio della lettera di estinzione. Ovviamente è consigliabile spostare prima della chiusura la liquidità e gli eventuali titoli sul nuovo rapporto.

Molte banche inoltre accettano la richiesta di estinzione inviata via posta elettronica certificata (pec) con firma autografa oppure in digitale. In tal caso è necessario inviare come allegati la lettera di estinzione firmata e la scannerizzazione della distruzione dei mezzi di pagamento associati al conto (es. carta bancomat).

Naturalmente la chiusura del conto corrente è subordinata all'assenza di operazioni in corso su di esso, come ad esempio l'attesa dell' addebito periodico della carta di credito annessa al conto. Si precisa che nei conti cointestati e di recente attivazione, vedasi nel merito le condizioni contrattuali, la disdetta può essere richiesta e firmata anche da un solo cointestatario, avendo effetti per tutti. Nell'evidenziare che non sono previsti costi di chiusura, è tuttavia necessario corrispondere, se previsti, la quota di canone e di imposta di bollo fino a che l'estinzione del rapporto sia terminata. Segue l'opportunità che sul vecchio conto sia giacente la cifra per far fronte ad almeno due mensilità di canone e bollo, il saldo residuo sarà recuparato come indicato sopra.

Spostare il conto su altra banca

Abbiamo visto sopra come cambiare banca aprendo un nuovo conto e chiudendo quello vecchio. Tuttavia è possibile anche delegare alla nuova banca l'estinzione del vecchio conto corrente mediante la procedura di trasferimento del conto incluso i servizi annessi. Tra i conti che consentono questa procedura di delega si evidenziano: Widiba, CheBanca, Hello Bank e Webank.

Tale procedura è ancora più conveniente qualora al conto corrente in chiusura siano associati molti servizi accessori come RID e conto titoli. La procedura è da richiedere mediante il modulo predisposto presente nell'area riservata. Per inciso nel caso siano presenti mezzi di pagamento (es. carta bancomat, assegni) è sufficiente invalidarli e dichiararlo nel modulo di trasferimento. Altri eventuali strumenti fisici, come ad esempio il token, se il contratto del conto lo prevede vanno invece restituiti pena l'applicazione dell'eventuale penale riportata nel foglio informativo.

Con il D.L.n.3/2015 il trasferimento del conto corrente, inclusivo di tutti i servizi finanziari associati, deve concludersi, pena indennizzi al cliente, entro 12 giorni lavorativi dalla presentazione alla nuova banca dalla richiesta di trasferimento.

Riassumendo se ti stai chiedendo dove aprire un conto corrente o comunque se sei intenzionato a cambiare banca puoi cominciare a trovare quella che propone il conto migliore per il tuo profilo quindi procedere come sopra riportato; aprire il conto di interesse poi chiudere quello esistente personalmente oppure a mezzo delega alla nuova banca.

I nostri comparatori

Valuta il tuo conto


promo Conto Easy